Lo stadio Pastena riapre finalmente i battenti!

Lo stadio Pastena riapre i battenti! Per il momento l’accesso alla struttura è consentito solo agli atleti per gli allenamenti e per disputare incontri in assenza di pubblico, in attesa che il Genio Civile dia parere favorevole riguardo i calcoli statici che il Comune di Battipaglia ha in programma di consegnare nella giornata di giovedì 8 agosto. L’ok alla riapertura al pubblico da parte del Genio Civile (per quanto riguarda le scalee del Pastena per un numero non superiore alle 1999 unità) dovrebbe arrivare per fine mese, quindi in tempo perché la Battipagliese disputi finalmente in casa già il primo turno di Coppa Italia Dilettanti. La riapertura dello stadio Pastena significa il ritorno all’attività agonistica “in loco” non solo per le zebrette e la società ASD Battipaglia Calcio, gestore dell’impianto, ma anche per gli altri sodalizi sportivi che in esso e su di esso “gravitano”: l’Idealtletica Aurora, Pugilistica Battipagliese, Pallavolo Battipaglia e Virtus Battipaglia Calcio, così come è evidenziato nell’ordinanza N. 307 del 5 agosto del Comune di Battipaglia, che annuncia l’apertura dell’impianto per gli allenamenti. “La riapertura dello stadio Pastena consentirà a oltre cinquecento giovani atleti ed atlete iscritti alle varie società sportive impegnate nel nostro impianto di riprendere appieno l’attività agonistica – afferma con grande soddisfazione Rosario Fortunato, presidente della ASD Battipaglia Calcio -. Per quanto riguarda la mia società, siamo reduci da diversi mesi di sacrifici (lo stadio è stato chiuso a Febbraio per mancanza del certificato di agibilità, ndr), durante i quali abbiamo svolto le nostre attività chiedendo ospitalità alle città limitrofe. Non è stato facile anzi, ma ora siamo felici di annunciare che tutte le attività delle nostre squadre di calcio potranno riprendere regolarmente sul campo di gioco dello stadio Pastena. Ovviamente ribadisco la totale disponibilità nei confronti della Battipagliese, che avrà sempre la priorità massima per quanto riguarda l’utilizzo del campo”. La riapertura del più importante impianto cittadino dedicato allo sport “sana” una ferita che si era aperta l’11 febbraio scorso quando, cioè, la sindaca di Battipaglia ne aveva firmato l’ordinanza di chiusura poiché era emersa, tramite lettera anonima, la mancanza del certificato di agibilità, scaduto addirittura nel 2011. Una vicenda, così come si è sviluppata, che evidenzia il mancato “amore” verso questa città, poiché la mano anonima che ha vergato la lettera intendeva probabilmente colpire l’attuale amministrazione comunale o una delle società che gestiscono lo stadio (anche i succitati sodalizi sportivi gestiscono le rispettive palestre che insistono del Pastena), non ha tenuto conto del danno morale perpetrato ai danni della comunità intera e, in particolar modo, agli incolpevoli giovani che lì si allenano e giocano. Inoltre, è francamente vergognoso che nessuna delle Amministrazioni comunali che si è avvicendata dal 2011 fino a quella odierna non si siano accorte della mancata validità dell’indispensabile certificato di agibilità. Ma tant’è, “godiamoci” questo momento, in attesa che anche gli altri impianti sportivi cittadini vengano messi a norma, mentre nelle altre città arrivano contributi (e non solo derivanti dalle recenti Universiadi) per l’ammodernamento delle loro strutture sportive...

Paolo De Vita

e-max.it: your social media marketing partner