Debutto - bis con successo per Dario Odierna e la Battipagliese!

Buona la prima! Per sé stesso e, soprattutto, per la Battipagliese! Il convincente esordio in bianconero di Dario Odierna, a distanza di quattro anni dalla sua ultima presenza con la Battipagliese, è coinciso con l’importante affermazione delle zebrette sul campo della Virtus Avellino, decisa da una rete del giovane Novi. Un successo che fa morale, in vista del difficile impegno casalingo con l’accreditata Scafatese, e classifica, perché proietta le zebrette in zona playoff. A cosiddette bocce ferme, abbiamo registrato le impressioni proprio del “debuttante di giornata” Dario Odierna.

Hai atteso un bel po' per firmare il contratto, eppure la Battipagliese aveva bisogno di te!                                                                                                                                                                                                                                                                  “Nonostante avessi sempre voluto, ho dovuto attendere per motivi personali. Ma alla fine ciò è avvenuto e sono felice di aver dato una mano alla squadra già sabato scorso”.

Cosa hai provato ad indossare, a distanza di quattro anni, la maglia bianconera?                                                                                                                                                                                                                                                                                             “È sempre emozionante guardare quei colori, figuriamoci indossarli. Non nego di aver avuto un po’ di tensione perché da chi è del posto ci si aspetta sempre quel quid in più, ma per me queste attese sono uno stimolo per fare sempre meglio”.

Hai già effettuato la preparazione estiva con i tuoi attuali compagni di squadra. Com'è questa Battipagliese vista dall'interno del campo di gioco? A cosa può ambire?                                                                                                                                                      “Sì è vero, per questo ringrazio la società per l’estrema disponibilità. Le impressioni sono sempre state positive, già conoscevo gran parte dei miei compagni di squadra e, pur non essendone ufficialmente parte, mi hanno fatto sentire sempre uno di loro. Non so a cosa può ambire onestamente, è facile fare promesse, di sicuro siamo consapevoli della nostra forza. Una cosa è certa: ci siamo ripromessi di lottare e sudare ogni domenica, mantenendo sempre equilibrio. Il resto verrà da sé”.

Con la partita di Avellino, ti mancano sette partite per tagliare il traguardo delle 100 presenze in bianconero. Ci pensi a questo obiettivo? Per te che importanza riveste?                                                                                                                                           “Anche per questo desideravo tornare. Sarà una grande soddisfazione, non tanto per il numero delle partite, più che altro per l’orgoglio e l’impegno con cui ho affrontato ognuna di esse”.

Paolo De Vita

e-max.it: your social media marketing partner